La mia crassula clavata

CrassulaClavata

La mia crassula clavata ha  ormai i suoi anni sulle spalle… e devo dire che  tra tutte le piante grasse che ho da molti anni, è quella che mi ha dato maggiori soddisfazioni!

Quando l’ho acquistata alla Fiera del Mestolo,  era alta solo 5 cm!

Poi era cresciuta un bel po’, quando in un inverno molto freddo, a causa di  una forte gelata si era quasi seccata, benchè fosse ben protetta in veranda! Che tristezza!!! Era rimasto solo il tronco e qualche rametto, delle foglie e dei rami più piccoli solo una sorta di poltiglia cotta!

Stavo per gettarla via, poi mi dissi, proviamo a metterla un po’ al calduccio in casa e vediamo se si riprende! Ero molto scettica… e invece in primavera iniziarono a spuntare nuove foglioline … e dopo 11 anni, viva e vigorosa …eccola ancora qua!

La crassula è una pianta originaria dell’Africa meridionale e sopporta con difficoltà le basse temperature che non dovrebbero mai scendere sotto i 7°C . Quindi in inverno va protetta con serre da balcone o tenuta in casa; le annaffiature vanno sospese se tenuta all’esterno, mentre se tenuta in casa ogni tanto bisogna darle un mezzo bicchiere d’acqua perchè con i riscaldamenti accesi l’aria secca tende ad asciugare il terreno. In estate ha bisogno di molto sole e di essere annaffiata in abbondanza; tra un’annaffiatura e l’altra bisogna attendere che il terreno si asciughi; non lasciare mai l’acqua nel sottovaso perchè fa marcire le radici e quindi la pianta.

Molti dicono che le piante grasse non hanno bisogno di cure, invece non è affatto vero, anche se a volte riescono a sopravvivere lo stesso. Se le concimate (da primavera fino a settembre),vedrete come le piante si irrobustiscono, reagiscono meglio alla avversità e quante soddisfazioni in più vi daranno!

È necessario usare un concime specifico per piante grasse che contenga azoto, fosforo e potassio in maniera bilanciata: l’azoto accelera il processo di accrescimento della pianta, ma rende i tessuti molli e meno elastici, il fosforo è fondamentale per la generazione di cellule nuove, quindi è indispensabile per la fioritura, il potassio è un vero ricostituente per la pianta perchè accelera la fotosintesi, rinvigorisce i tessuti, rendendola più resistente alle carenze d’acqua e alle malattie. Io mi trovo molto bene con il concime per piante grasse KB.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...